Obbligo di soccorso stradale

Obbligo di soccorso stradale per gli animali

Quante volte ci chiamano per un cane che saltella in mezzo alla strada o ci è capitato di vederne uno scappare verso le auto? Peggio, di arrivare troppo tardi. 

In caso qualcuno si fosse dimenticato...le leggi in Italia ci sono, e spesso sono leggi ben strutturate che includono molti dettagli utili. 

Per quanto riguarda il soccorso stradale,  infatti è entrato in vigore in Dicembre il decreto 217 del 10 Ottobre 2012. Di seguito gli aspetti maggiormente importanti. 

 

In sintesi

E’ entrato in vigore il 27 dicembre il decreto ministeriale numero 217 del 10 ottobre 2012, che rende finalmente effettiva la norma del 2010 nella quale il Codice della strada aveva decretato l’obbligo di fermarsi in caso di incidente stradale che avesse coinvolto un animale

C’è un 118 veterinario?

LAV: “Sì, attraverso la reperibilità anche notturna e festiva dei Servizi Veterinari delle Asl, in maniera diretta o attraverso convenzioni. La realtà varia da zona a zona e in alcune realtà come Verona, Rimini, Sanremo, ad esempio, sono in rete i diversi soggetti deputati al soccorso (Forze di Polizia, Servizio veterinario pubblico, ambulatori veterinari privati anche attraverso l’Ordine provinciale dei medici veterinari, Comune, Provincia) con l’aiuto anche delle associazioni di volontariato. In Veneto il numero 118 fornisce risposte mentre in altre Regioni no. Queste norma del Codice della Strada ha anche il merito di aver portato alla luce questa tematica, di interesse pubblico per gli aspetti sanitari, morali, di sicurezza e incolumità pubblica e, quindi, ci battiamo per la creazione di un ’118 veterinario’ efficace in tutta Italia. Tutte le associazioni animaliste già svolgono questa attività di informazione e orientamento e senza alcun riconoscimento economico”.

Qual è la sanzione per chi non presta soccorso?

LAV: “Da 80 a 318 euro per il Codice della strada. In più, possono essere accertate responsabilità sotto il profilo penale: il riferimento è l’articolo 544-ter del Codice penale”.

ANMVI aggiunge: “L’obbligo di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso non riguarda solo l’automobilista, ma anche le persone coinvolte in un incidente con danno ad animali. Chiunque non ottempera all’obbligo di cui al periodo precedente è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 80 a euro 318″.

 

Che cosa ne pensate? Io direi anzitutto segnamoci il numero di pronto intervento, quindi informatevi: chi si deve chiamare nella vostra zona? E poi...per non fermarci mai, battiamoci perchè venga creato un numero nazionale di sicura reperibilità! 

 

Poi, se vedete qualcuno investire un cane/animale e scappare... cercate di prendere targa e modello auto. O fate una foto alla macchina. 

Se non ci riuscite fermate qualche altra macchina, dei testimoni. Se succede vicino ad un semaforo o incrocio chiedete a quialcuno si seguire la macchina per prendere la targa. 

Non allontanatevi dal cane/animale e chiamate subito il soccorso. Inoltre ricordatevi di fare delle foto, e di chiedere a passanti e negozianti (se presenti) se per caso hanno visto o conoscono la persona. 

Sappiamo che è facile farsi prendere dallo spavento e l'emozione quando li vediamo a terra, ma cerchiamo di chiedere la collaborazione di presenti e passanti, è importante nell'interesse del cane/animale. 

 

lo so, la sanzione resta comunque bassa rispetto al danno, è vero. Ma la legge ora è vigente e può esere usata per contrastare i molti pirati stradali o anche solo chi investe ma non vuole fermarsi. 

 

Informiamo i volontari e le associazioni, ma anche i cittadini, che ora la legge c'è, chiunque può chiamare il numero di soccorso, perchè NOI SIAMO LA LORO VOCE. 

 

Vi è mai capitato di dover soccorrere un cane/animale? Di vedere una machina scappare? Raccontateci le vostre esperienze! 

Grazie! 

Viviana 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

IL NOSTRO PRIMO LIBRO...

ZOOPLUS

Per ogni ordine inviato tramite il nostro sito Zooplus

devolve una piccola percentuale, che noi useremo

per donare cibo ai rifugi o per emergenze.


zooplus.it